‘Artedonna’, gioielli realizzati con materiali riciclabili

Artedonna 2017Ancora un successo per ‘Artedonna’, la rassegna al femminile dell’Associazione Politico-Culturale Democrazia & Territorio. Oltre 200 persone hanno affollato la Galleria d’Arte ‘Civico 103’ per ammirare i gioielli realizzati con materiali riciclabili dalla designer Carmela Barbato, seguire il dibattito su riciclo e sostenibilità, conoscere via del Seggio grazie alla visita guidata tra chiese, palazzi e movida, applaudire le performance musicali e teatrali che si sono susseguite durante la serata. L’evento, patrocinato da Comune di Aversa, Regione Campania, Università degli Studi della Campania, Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale, ha raggiunto ancora una volta l’obiettivo di dare visibilità alle donne del territorio che desiderano far conoscere la loro abilità in un determinato settore. A dare il benvenuto alla numerosa platea intervenuta sono stati il padrone di casa Antonio Iazzetta e la vice presidente di Democrazia & Territorio Rachele Arena. Subito dopo un primo intermezzo musicale di Diana Korolkova e, moderato da Alessandra Sgueglia, il dibattito su riciclo e sostenibilità, che ha visto gli interventi di Maria Carmen De Angelis, su ‘Rifiuto della cultura dello spreco e nuovi modelli di consumo ispirati all’economia circolare’, ed Elena Caterino, su ‘Nuove tecniche per il compostaggio domestico’. Sono state, quindi, presentate alcune esperienze di orti in città, come quella di Fresca24, l’orto di Santa Lucia e l’orto di San Lorenzo. La visita nel quartiere Seggio è stata curata da Grazia della Volpe, dell’Associazione Sinopia. Al rientro al ‘Civico 103’, il presidente di Democrazia & Territorio Luca Ronga ha brevemente illustrato la proposta dell’associazione per regolamentare il fenomeno della movida. «Il progetto da noi realizzato e denominato ‘Patto per la Movida’ prevede una maxi zona a traffico limitato con all’interno le più importanti piazze del centro storico normanno e parcheggi pubblici per almeno 600 autovetture. L’obiettivo è quello di dare vita ad un meccanismo virtuoso che porti a liberare il centro dalle auto nelle notti della movida, rendendo fruibili le piazze cittadine. Bisogna istituzionalizzare il ‘Patto per la Movida’ proposto da D&T, attivando il Consiglio comunale e la giunta. Fino a quando il sindaco non si convincerà di attuare il piano fornitogli da D&T, la movida – ha concluso Ronga – continuerà ad essere fonte di preoccupazione e problemi per Aversa». Il tema ‘Design e riciclo’ ha avuto il suo clou con la presentazione della designer Carmela Barbato e della sua collezione di gioielli realizzati con materiali riciclabili (Kharm design). A presentare l’artista è stato Salvatore De Chiara, mentre Valentina Bonavita ha descritto le sue opere esposte in galleria. Un perfetto corollario all’incontro si è avuto grazie alla lettura di poesie da parte di Laura Muratori, che ha unito la sua voce anche alla parte musicale dell’evento, accompagnata da Giovanni Rea al pianoforte e Tommaso Aprile alla chitarra. Non è mancato lo spazio dedicato alle opere degli artisti presenti in galleria: Poltropallet di Antimo Giuliano, Cocci d‘Arte di Mario d’Alessandro e Spazio Talenti Creativi di Gennaro Mariniello. La parte teatrale è stata curata da ‘L.Ar.Te.S. Piccolo Teatro Caligola’, ora ‘Yaf - Young Art Fest’, di Rocco di Santi. Intensa l’interpretazione di Luisa Tirozzi, con i gioielli di Carmela Barbato e gli abiti in sala della pittrice Tiziana Grimaldi. Oltre alla ‘Yaf – Young Art Fest’, hanno collaborato all’ottima organizzazione di ‘Artedonna’ le associazioni ‘Civico 103’, ‘Sinopia’ e ‘Campania Plus’.