Business della droga: 'stanato' 41enne a Succivo

manette 3

Un marocchino 41enne, destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Avezzano, in provincia di L'Aquila, è stato rintracciato a Succivo.

Gli agenti del commissariato di Aversa, lo hanno individuato nel luogo dove - da riscontri investigativi - risultava domiciliato. Dopo un sopralluogo all'abitazione ed un'attività di osservazione l'extracomunitario, che era sfuggito all'arresto una settimana fa, è stato identificato ed ammanettato.

L'uomo è accusato di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso con un altro soggetto, anch’egli straniero di nazionalità marocchina, arrestato l’11 novembre scorso ad Avezzano.

In particolare, i due stranieri sono stati colpiti dal provvedimento cautelare perché in concorso fra loro detenevano sostanza stupefacente ai fini dello spaccio, fatti accertati nel decorso mese di dicembre nella provincia de l’Aquila.

Gli stessi, inoltre, secondo gli inquirenti si sarebbero resi responsabili di tali azioni illecite anche negli anni precedenti, nel cedere a terzi, previo contatto telefonico, sostanze stupefacenti del tipo hashish e cocaina, dietro corresponsione di somme di denaro che variavano tra i 30 e i 100 euro a seconda della quantità ceduta.

Ultimati gli adempimenti di rito, il 41enne è stato rinchiuso nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.