Sant’Antimo: ragazzo accoltellato durante una rissa, arrestati in quattro

coltello pericolo

Questa mattina, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura del Tribunale di Napoli Nord di Aversa, i carabinieri di Giugliano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di 4 giovani, di età compresa tra i 19 e i 26 anni, tutti residenti a Sant’Antimo. I quattro sono accusati di rissa aggravata, mentre due di loro, anche di tentato omicidio aggravato.

Le indagini – condotte dai militari dell'Arma di Sant'Antimo – hanno avuto origine in seguito alla segnalazione di una rissa avvenuta il 23 giugno 2019 in un bar situato nel comune di Sant’Antimo, nel corso della quale uno degli indagati ha subito gravi lesioni tali da rendere necessario il trasporto presso l’ospedale "Moscati" di Aversa, dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

Le attività investigative, svolte attraverso l’acquisizione delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza, con l’assunzione di testimonianze, e con l’analisi dei profili social degli indagati, hanno consentito di ricostruire, secondo l’ipotesi accusatoria avvalorata dal GIP, la dinamica dell’evento. In particolare è emerso che la lite, iniziata all’interno del bar per futili motivi, proseguì all’esterno del locale concludendosi con il ferimento con arma da taglio di uno dei partecipanti.