Estorsione al Polo calzaturiero di Carinaro, confermata condanna per il boss Zagaria

Michele Zagaria

La Corte di Appello di Napoli ha confermato la condanna a dieci anni di carcere per il boss del clan dei Casalesi, Michele Zagaria in relazione ad alcuni episodi estorsivi ai danni di imprenditori del ramo calzaturiero di Carinaro.

"Capa storta", che in questo processo ha rinunciato alla difesa, era accusato di aver estorto un miliardo delle vecchie lire tra il 1997 e il 2000 all’azienda che stava realizzando le strutture del Polo calzaturiero. Un’estorsione proseguita anche dopo che il Polo era stato ultimato, e commessa a danno degli imprenditori che vi operavano fino al 2010, costretti a pagare decine di migliaia di euro all'anno.

Piccolo sconto di pena invece, per l’altro imputato Salvatore Verde, condannato a 10 anni rispetto ai 13 avuti in primo grado.