Parete: giovane madre cerca di lanciarsi nel vuoto con la figlia in braccio

carabinieri balcone

Una 33enne ha tentato di togliersi la vita e di uccidere anche la figlia. La donna ha provato a lanciarsi dal balcone di una casa famiglia di Parete insieme alla bimba, ma due carabinieri hanno evitato la tragedia. I militari eroi, trovando resistenza da parte della donna, che intendeva procedere nell'insano e terribile gesto, hanno riportato gravi lesioni. Per uno di essi, è stata riscontrata la rottura del tendine della mano, oltre a varie escoriazioni con una prognosi provvisoria di 30 giorni.

La donna, di nazionalità nigeriana, ha tentato il suicidio-omicidio proprio nella struttura presso la quale era ospitata la figlia che le era stata sottratta, poiché ritenuta non idonea dal tribunale ad esercitare le doti materne in quanto prostituta.