Teverola: investito ed ucciso a 39 anni, indagate due persone di Giugliano

Tommaso Tesone

Due persone sono indagate per la morte di Tommaso Tesone, 39enne di Giugliano responsabile della logistica di una ditta di spedizioni, investito ed ucciso martedì scorso da una motrice nel parcheggio della zona industriale di Teverola.

Dalle ricostruzioni è emerso che il mezzo pesante che si trovava in manovra, ha travolto l'operaio facendolo sbalzare in aria. Il conducente del veicolo non si sarebbe accorto della presenza del 39enne, che nel precipitare sull'asfalto ha sbattuto in modo violento la testa, riportando un grave trauma cranico. Fin da subito le sue condizioni sono apparse gravissime. Poco dopo è deceduto.  Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Ieri il corpo di Tommaso Tesone è stato sottoposto ad esame autoptico, che chiarirà le cause del decesso.

La salma sarà ora ridata alla famiglia, che potrà celebrare i funerali secondo le attuali restrizioni anti covid.

Il conducente del mezzo che avrebbe travolto ed ucciso il 39enne, è accusato di omicidio stradale, mentre la rappresentante legale della ditta dovrà rispondere di omicidio colposo.

Tesone, era anche uno dei responsabili della sicurezza nell’azienda e la sera prima della tragedia aveva segnalato la luce spenta nello stesso tratto dove poi ha trovato la morte. Agli atti ci sono le missive della vittima che sono al vaglio degli inquirenti.