Casandrino, rapinatore ferisce due persone. Si "giustifica": lo Stato paga poco

pistola arma

Lo hanno arrestato dopo  una rapina messa a segno sabato sera a Casandrino, una volta finito in manette non ha esitato a sostenere che nonostante sia un "pentito eccellente"  lo Stato lo paga poco. Il protagonista di questa vicenda è Vincenzo Marrazzo, 56 anni, boss dell’omonimo clan di Casandrino noto come Enzuccio l’elettrauto. Durante la rapina uno dei proprietari ha cercato di fermarlo ed è stato ferito con un colpo di pistola di striscio alla mano. Il rapinatore dopo aver arraffato poco più di 300 euro è fuggito sparando altri colpi di pistola  contro il coraggioso proprietario che ha cercato di inseguirlo, con un dipendente anche lui ferito lievemente ad una mano, fortunatamente  gli altri proiettili hanno colpito un’auto in sosta e un contatore del gas di un’abitazione. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri  di Giugliano.