La Cassazione annulla l'ordinanza per l'ex sindaco di Trentola Ducenta

Andrea Sagliocco Saverio Griffo

Nuovi sviluppi nel procedimento giudiziario che la scorsa estate ha coinvolto l'ex sindaco di Trentola Ducenta, Andrea Sagliocco, e l’avvocato Saverio Griffo, nell’ambito dell’inchiesta su presunta corruzione che portò all’esecuzione di 15 misure restrittive nei confronti di amministratori pubblici, dipendenti comunali, imprenditori ed esponenti delle forze dell’ordine.

La Corte di Cassazione ha annullato il provvedimento del Riesame che aveva confermato il regime degli arresti domiciliari, per i due indagati. Già dallo scorso 11 ottobre, Sagliocco e Griffo sono tornati in libertà, dopo essere stati ristretti agli arresti domiciliari dallo scorso 28 giugno, misura revocata dallo stesso gip estensore dell'ordinanza e sostituita con l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, tuttora in corso. 

I giudici hanno annullato l'ordinanza del Riesame rinviando nuovamente gli atti al Tribunale delle Libertà di Napoli. Al momento ancora non si conoscono le motivazioni, che saranno rese note tra qualche giorno.

Sagliocco, quando fu coinvolto nell'indagine, era in carica da circa un anno come primo cittadino. Dopo l’arresto, il 45enne medico oculista rassegnò le dimissioni da sindaco, decretando lo scioglimento prematuro del Consiglio comunale e l’avvio della fase di commissariamento, attualmente in corso.