Lusciano, indagato sindaco

Nicola Esposito

Un filone dell'inchiesta che, tra gli altri, ha portato agli arresti del sindaco di Villa Literno coinvolge anche il sindaco di Lusciano, Nicola Esposito, anche se le vicende sono diverse. Gli inquirenti della Procura di Aversa seguendo la vicenda liternese, avrebbero trovato elementi che portano a ritenere che Esposito, insieme ad un suo ex assessore ed a altri dipendenti comunali, avrebbe ottenuto dalla Regione Campania l’erogazione dei fondi europei per la realizzazione della rete fognaria attraverso attività ritenute illecite. I reati ipotizzati vanno dalla turbativa, al falso e alla frode in fase esecutiva dei lavori. Secondo la Procura, l’appalto sarebbe stato pilotato e sarebbe finito all’imprenditore arrestato per la vicenda di Villa Literno, vero anello di congiunzione tra le due indagini. L’inchiesta è stata supportata dalla collaborazione dell’Anac. Sono in corso numerose perquisizioni da parte dei carabinieri.