Melito: pericoloso latitante scappa dalla finestra e sui tetti, catturato

fuga finestra

Ieri sera, intorno alle ore 20.00, i carabinieri di Castello di Cisterna hanno rintracciato e arrestato a Melito di Napoli, Federico Rapprese, 42enne del posto inserito nell’elenco “latitanti pericolosi”.

L'uomo, dal 22 febbraio 2018, si sottraeva ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal g.i.p del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, per tentato omicidio aggravato da finalità mafiose.
L’arrestato infatti, il 30 dicembre 2006, a Casandrino, avrebbe ucciso per conto del clan Ranucci, Antonio Marrazzo, 52enne, fratello del capo del clan Marrazzo.
Le indagini hanno portato a localizzare il ricercato in una casa di compagna situata nel comune di Melito. I militari dell'arma, una volta individuato il 42enne, hanno circondato l’intero edificio. Il latitante accortosi però, della presenza delle forze dell'ordine ha cercato di darsi alla fuga, scappando dalla finestra. Una volta arrampicatosi sul vano del motore del climatizzatore, è fuggito sul tetto e si è nascosto in un appartamento in quel momento disabitato, ma i carabinieri sono riusciti, con non poche difficoltà, a bloccarlo ed arrestarlo.