Caivano: cavallo di ritorno dopo rapina auto, incastrati dal dna

rapina auto

I carabinieri di Marcianise hanno arrestato un 40enne ed un 23enne, accusati di concorso in rapina aggravata, tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale. I due, secondo gli inquirenti, avrebbero rapinato l'automobile ad una donna, mentre era in sosta a San Nicola La Strada. Non contenti, le avrebbero anche sottratto il telefonino e gli effetti personali, il tutto minacciandola con una pistola.

Dopo il colpo, avvenuto nell'estate del 2018, i due erano stati intercettati dalla polizia nel Comune di Caivano, dove avevano abbandonato la vettura con alcuni indumenti, tra cui i loro cappelli. Questi ultimi, sottoposti ad accurate analisi hanno portato alla loro individuazione, mediante l'analisi del dna effettuata sui cappelli rinvenuti.

Uno dei delinquenti, durante la fuga, aveva anche cercato di fare il cosiddetto 'cavallo di ritorno'. L'uomo infatti, avrebbe contattato la madre della vittima per chiedere una somma di danaro in cambio della consegna della vettura.