Roberto Vecchione nella storia del trotto, a New York vince l'International Trot

vecchione roberto buona

Roberto Vecchione, driver nato e cresciuto ad Aversa è stato protagonista di un grande trionfo dell'ippica italiana, alla guida di Zacon Gio, nipote di Varenne, ha vinto l'International Trot a New York. Sabato, quando erano le 21.08 in Italia, sul tracciato dello Yonkers. Si tratta del terzo successo di un cavallo italiano nella corsa al trotto da molti considerata la più importante del mondo. Gli italiani si erano imposti con con Delfo nel 1977 e con Twister Bi nel 2017. Si tratta della seconda volta per un driver italiano. Nel dopocorsa il driver di Aversa ha detto: "Ho aspettato gli ultimi 600, il più possibile, a quel punto ho aperto tutto e il cavallo ha fatto questo parziale violento in curva. Non ho mai avuto un dubbio di poter perdere. Avevo preso la schiena di Uza Josellyn. C'è stato un rallentamento dopo 400-500 metri, che Zacon non ha gradito, lui voleva andare". Zacon Gio è figlio di Ruty Grif figlio di Varenne, lo allena il tedesco Holger Ehlert, ha ottenuto la sua 12esima vittoria consecutiva. L’International Trot è stato disputato per la prima volta nel 1959 come campionato mondiale del trotto e nel 1977 era stato vinto da Delfo con Sergio Brighenti. Da allora solo un altro italiano era riuscito a imporsi, il Varennino Twister Bi nel 2017 figlio di Varenne che aveva in sulky Christoffer Eriksson. Al secondo posto si è piazzato Slide so Easy davanti a Marion Marauder.