Sant’Antimo: mosche, topi e sporcizia, chiuso panificio

pane

Gli agenti di Polizia di Sant’Antimo hanno sequestrato un’attività dedita alla produzione di pane e pizze, priva delle regolari autorizzazioni sanitarie ed amministrative. Da quanto è emerso dalle indagini l'attività sarebbe stata svolta per anni in locali sporchi e fatiscenti.

La produzione dei prodotti da forno è risultata essere svolta in assenza dei requisiti sanitari previsti per legge. Gli agenti hanno rinvenuto teglie arrugginite ed incrostate, pavimenti e pareti sporche, residui di pane e pizza infestati di mosche e topi nei locali.

Inoltre, il fumo emesso dalla canna fumaria finiva per inquinare l’aria rendendola irrespirabile fino a costringere i residenti della zona a doversi barricare nelle proprie abitazioni. Il panificio è stato sottoposto a  sequestro e la titolare è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria.