Raffaele Cantone lascia l'Anac, "Voglio rientrare in magistratura“

Raffaele Cantone

Raffaele Cantone lascia l'Autorità nazionale anticorruzione, dopo oltre cinque anni di presidenza. A darne notizia è stato lui stesso in una nota pubblicata sul sito dell'Autorità.

"Sento che un ciclo - si legge nello scritto - si è definitivamente concluso, anche per il manifestarsi di un diverso approccio culturale nei confronti dell'Anac e del suo ruolo". Cantone ha fatto richiesta per rientrare in magistratura, "che ho sempre considerato la mia casa" ha dichiarato.

Non ci sono dunque, più le condizioni per andare avanti, poiché i rapporti con il governo sono giunti ad un punto di non ritorno, per questioni di vedute e di strategie da adottare. Il magistrato giuglianese ha lavorato per cinque anni alla prevenzione della corruzione, puntando soprattutto sull’educazione degli apparati del Paese, mentre il governo  Lega - 5 stelle, avrebbe drasticamente ridotto i controlli preventivi, optando per misure ex post.