Tre indagati per l'omicidio di Romina del Gaudio

Romina Del Gaudio

La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha accolto l'istanza di riapertura delle indagini presentata mesi fa dal nuovo legale della famiglia di Romina De Gaudio, Francesco Stefani. Per la morte della ragazza napoletana scomparsa il 4 giugno 2004 ad Aversa ci sarebbero tre indagati. I nuovi elementi di indagine dalle verifiche verifiche sulla lettera anonima arrivata a "Chi l'ha visto?" nel 2011. "Quel giorno - scriveva una spettatrice - stavo tornando a casa da un amica,e ho notato questa ragazza seduta su una panchina in piazza Magenta, erano circa le 14;30 o le 15 ad Aversa, ed un auto grigio scuro lunga che era ferma d’avanti a lei, la ragazza sembrava molto infastidita ed impaurita, perché ho visto un uomo con gli occhiali sulla quarantina di anni, all’interno dell’auto che ad alta voce ripeteva sali in macchina ti do un passaggio...". La segnalazione conteneva un numero di targa e fu subito consegnata dalla redazione agli inquirenti.

Il corpo di Romina Del Gaudio fu  ritrovato quattro mesi dopo, dilaniato ed in avanzato stato di decomposizione, nei pressi della Reggia di Carditello a San Tammaro. L’assassino della ragazza, che le tolse la vita a colpi di pistola. La giovane si trovava ad Aversa per vendere dei contratti per conto di una compagnia telefonica.