moscati

Durante la notte appena trascorsa, Claudio Di Mauro, un infermiere di 52 anni, impiegato presso l’ospedale Moscati di Aversa, è stato trovato senza vita nella sua abitazione. A trovare il corpo dell’uomo riverso sul pavimento e a contattare i soccorsi è stato il figlio. Purtroppo, l’intervento del 118 è risultato vano, poiché i sanitari arrivati sul posto hanno potuto solo confermare il decesso. Da quanto è emerso, l’uomo si sarebbe accasciato a terra, perdendo i sensi, dopo aver avvertito un forte malore. Pare che fosse affetto da un’acuta forma di depressione.

Claudio, da circa 3 anni si era separato dalla moglie, decidendo di tornare a vivere nella casa della madre. Aveva due figli di 19 e 22 anni. Uno dei due (Francesco), si era trasferito per stargli vicino, poiché stava attraversando un momento difficile. Il 52enne aveva chiamato il figlio poche ore prima della morte, per aiutarlo ad impostare la sveglia sullo smartphone, poiché all’indomani avrebbe dovuto fare il turno di mattina. Quando Francesco è rientrato in casa, ha rinvenuto il corpo del padre privo di vita.

Questa mattina i colleghi di lavoro, preoccupati per l’insolita assenza, hanno provveduto a mettersi in contatto con il 52enne, scoprendo del suo decesso. Nei prossimi giorni la salma verrà restituita ai familiari per i funerali.

Claudio, in queste ore è ricordato da tutti come un uomo in gamba, gran lavoratore, solare e persona perbene. I sui colleghi lo stanno omaggiando con tantissimi messaggi d’affetto. L'intera comunità si è stretta intorno ai familiari.