Truffa, 56enne di Crispano sotto processo a Parma

tribunale parma

Viene in possesso di un assegno rubato da un plico postale che recava l'importo di 2638 euro e lo incassa con un importo alterato di 9381 euro, questa l'accusa che la Procura di Parma contesta ad un 56enne di Crispano, S. F. finito sotto processo nella città emiliana dove la truffa sarebbe stata commessa. L'assegno era stato emesso da una ditta per il pagamento di un fornitore. Il fatto risale al marzo del 2012 ma il processo è tuttora in corso.