Il Tribunale di Parma dispone perizia psichiatrica per il boss Nicola Zara

zara nicola

Il Tribunale di Parma ha disposto che il boss Nicola Zara venga sottoposto ad una perizia psichiatrica, negli ultimi anni ha devastato per ben quattro volte la sua cella e in un caso ha anche appiccato il fuoco ad un materasso. A seguito di ogni episodio è scaturito un processo presso il Tribunale di Parma, città dove è detenuto. Dei quattro processi uno si sta svolgendo davanti al giudice Luca Agostini e tre davanti al giudice Maria Cristina Sarli, il magistrato che ha disposto la perizia. Il fatto più grave risale al 24 settembre del 2015, secondo il rapporto della Polizia Penitenziaria, Zara avrebbe danneggiato il letto della cella e con un accendino avrebbe tentato di dare fuoco al materasso, ciò dopo essersi alterato perchè non riusciva a parlare con il cappellano al quale voleva dettare un telegramma. L'anno prima ha danneggiato gli arredi di una cella del carcere dove è recluso al regime del 41 bis. Il fatto risale al 13 agosto del 2014. il 29 novembre del 2015 avrebbe danneggiato uno sgabello sbattendolo contro le sbarre ed il 19 aprile del 2017 avrebbe danneggiato un bidet ed un altro sgabello. Al fatto che venisse disposta la perizia psichiatrica non si è opposto il pm Elena Riccardi.