Giuseppe Capone incidente mortale

Ieri sera, intorno alle ore 21.00, è stato investito, mentre attraversava la strada in Via Salvo d’Acquisto ad Aversa, Giuseppe Capone, 33enne residente nel Parco Cerimele. L'uomo è stato travolto da una Mini Cooper condotta da un neopatentato, mentre stava ritornando a casa dalla palestra. La vittima, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stata colpita dal lato destro finendo sul parabrezza e poi successivamente scaraventata sull'asfalto.

Il conducente è il figlio 18enne di un noto imprenditore aversano. Da quanto è emerso, il giovane automobilista, che viaggiava con altri tre amici, dopo aver percorso alcuni metri è ritornato sul posto per allertare i soccorsi. I sanitari giunti sul luogo dell'incidente hanno purtroppo, solo potuto constatare il decesso. L’investitore è stato condotto presso il vicino nosocomio per gli esami tossicologici.

Giuseppe Capone era un medico che lavorava al Secondo Policlinico di Napoli, era figlio di una professoressa di biologia e di un medico. La comunità si è stretta al dolore della famiglia per la prematura morte del 33enne. Ancora scovolti alcuni testimoni, che hanno raccontato di aver visto il 33enne con una profonda ferita alla testa, dalla quale usciva una lava di sangue che ha ricoperto il manto stradale. A prestare i primi soccorsi sono stati un uomo ed un giovane del posto insieme ad un extracomunitario. 

Le forze dell’ordine ieri sera hanno repertato gli effetti personali della vittima e i pezzi della vettura disseminati sulla strada. In queste ore invece, gli investigatori stanno acquisendo le testimonianze e visionando le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza presenti in zona, per comprendere l'esatta dinamica dell'incidente mortale.

La salma è stata trasportata all'istituto di medicina legale per l'esame autoptico.