opg aversa

Si è conclusa ieri al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, la requisitoria del Pubblico Ministero, dinanzi al Giudice Orazio Rossi, a carico di 16 medici dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa. Per tutti gli indagati, psichiatri e medici di guardia, sono stati richiesti dall'accusa 2 anni e 2 mesi di galera, senza la sospensione condizionale della pena.

I fatti contestati risalgono al periodo che va dal 2006 al 2011. Secondo l'accusa, le vittime - alcune costituitesi parti civili - sarebbero state costrette a restare a letto per un periodo superiore a quello consentito. Qualche paziente, come se non bastasse, sarebbe rimasto immobilizzato nel letto per diversi giorni, senza ricevere alcun tipo di assistenza. Le indagini si sono avvalse di testimonianze, consulenze tecniche e prove documentali. La prossima udienza è stata fissata per l'inizio del 2019.

L’Opg della città normanna come gli altri manicomi giudiziari non è più attivo da più di tre anni, le sue competenze sono state trasferite alle Rems - Residenze per le Misure di Sicurezza.