Angelo Spinillo vescovo

Siamo alla terza domenica nel tempo di Avvento, la domenica del gioire perché il Signore è vicino. L’attesa, come detto la settimana scorsa, diventa preparazione e in questo caso “preparare vuol dire guardare”. Nel commentare la parola di domenica prossima, 16 dicembre 2018, in compagnia di Nicola, Rossana e Suor Chiara Lorenzato, Mons. Angelo Spinillo ci dice che “quando il Signore viene e lo sentiamo vicino, le cose cambiano: Gesù stesso ci invita a riconoscere i segni della sua venuta”. Prepariamoci, dunque, ad accogliere il Signore così come allestiamo il presepe “orientando i pastori verso la luce che segna l’incontro di Dio con l’umanità: sarà così ricchezza di incontro con la grazia e misericordia di Dio che viene a salvare l’umanità”.