Offese a Tiziana Cantone, ‘Quelle come lei…’. finisce ne guai musicista salernitano

Tiziana Cantone

E' finita un'altra persona nel registro degli indagati sul caso di Tiziana Cantone, la 31enne di Villa Literno morta suicida dopo la gogna mediatica scaturita dalla diffusione sulla rete dei suoi video hard privati.

Si tratta di un ex trombonista dell’Orchestra sinfonica di Salerno, sospeso immediatamente e allontanato dal presidente dell’orchestra a causa delle dichiarazioni diffamatorie postate su Facebook sulla giovane deceduta.

Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Salerno ha deciso di non archiviare l’inchiesta nei confronti del musicista per il messaggio diffamatorio postato proprio nel giorno del suicidio di Tiziana.

 “Adesso quelle come lei facciano la stessa fine!” – avrebbe recitato lo stato dell’artista, insieme alla descrizione della dinamica del suicidio. Il post, considerato mortificante per la memoria della ragazza, era stato ripreso ed evidenziato dalla giornalista Selvaggia Lucarelli, con l'obiettivo di denunciarne l’autore ma anche di avvisare, sulla pericolosità delle loro azioni, tutti gli internauti che si lasciano a commenti inopportuni.

TIZIANA CANTONE: SUICIDA DOPO DIFFUSIONE VIDEO HARD, RINVIATO A GIUDIZIO L'EX FIDANZATO

TIZIANA CANTONE, MORTA SUICIDA DOPO VIDEO HARD: IL PM CHIEDE PROCESSO PER L'EX COMPAGNO

SUICIDA DOPO LA DIVULGAZIONE DEI SUOI VIDEO HARD. LA MAMMA DI TIZIANA CANTONE RACCONTA LE NOVITÀ SUL CASO