Caso colera a Sant'Arpino: il sindaco cerca di rassicurare i cittadini

Ospedale accertamenti malattia infettiva

Continua a preoccupare il ricovero di una mamma bengalese e il suo bimbo di due anni al Cotugno di Napoli. I due di ritorno a Sant'Arpino, dopo un viaggio in Bangladesh, hanno avuto un malore  e sono stati ricoverati nel reparto di malattie infettive della struttura napoletana.

Dal nosocomio partenopeo fanno sapere che è tutto sotto controllo. Mentre a Sant'Arpino, comune in cui la mamma e il piccolo abitano al confine con Orta di Atella, la paura cresce tra i cittadinii. 

A cercare di rassicurare i santarpinesi arrivano le parole del sindaco Giuseppe Dell'Aversana. «In merito alle notizie giornalistiche riportate su sospetti casi di colera a Sant’Arpino ho preso immediatamente contatto telefonico con i vertici ASL. Trattasi di stranieri del Bangladesh residenti nel nostro comune di ritorno da poco dal loro luogo di origine. I responsabili dell’ASL mi hanno rassicurato che solo il bambino ha sintomi che inducono a sospettare per un caso di colera, mentre invece la madre è sana, non presenta sintomi e si trova all’Ospedale Cotugno di Napoli per assistere il piccolo che ha due anni. Le analisi sierologiche sono in corso ed i medici hanno il caso sotto controllo e non mi hanno indicato alcuna prescrizione o iniziativa da adottare per Sant’Arpino.» 

Intanto, dall'Asl era già partito il piano di prevenzione. Il manager Mario De Biasio, aveva preso tutti i contatti e avviato vaccinazioni e precauzioni con i familiari e con chi era venuto in contatto con mamma e figlio. Quando a Sant'Arpino si è sparsa la notizia, già da ore De Biasio aveva attuato il piano a livello locale mandando a prendere fino a casa gli interessati, il padre, gli altri due figli e chi li ha incontrati negli ultimi tempi. «Mi sono messo subito in contatto con i colleghi a Napoli. Abbiamo concordato che pericoli non ce ne sono, anche perché siamo in una fase di accertamento. Ma con le vaccinazioni fatte, con le precauzioni prese possiamo stare tutti più tranquilli e dire che gli allarmismi sono inutili», ha fatto sapere De Biasio.

PAURA A SANT'ARPINO: MAMMA E FIGLIO DI DUE ANNI RICOVERATI PER COLERA