Aversa: bancarotta fraudolenta, sequestrati 300mila euro a due imprenditori

carabinieri arresto

I Carabinieri di Aversa, hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare degli  arresti domiciliari ed un decreto di sequestro preventivo, emesso dal GIP del Tribunale di  Napoli Nord, nei confronti di due persone – di anni 41 e 67, entrambe residenti a Qualiano – amministratori di una ditta di trasporti, per bancarotta  fraudolenta in concorso tra loro.

Il provvedimento cautelare scaturisce da indagine avviata nel dicembre 2017. Secondo l'accusa i due imprenditori arrestati avrebbero dato luogo, a partire dalla fine del  2016, ad una costante e reiterata attività di svuotamento del patrimonio societario della ditta di trasporti:

cagionando volutamente il fallimento della società, non onorando un debito vantato da  una società assicurativa e cedendo artificiosamente le quote sociali ad un terzo  soggetto poco prima della dichiarazione di fallimento avvenuta il 3 febbraio 2017;

distraendo beni immobili ed impossessandosi di somme di denaro facenti capo alla società fallita, utilizzandoli per finanziare ulteriori attività imprenditoriali, nel campo  immobiliare e della ristorazione, intraprese da amministratori e soci della società fallita.

Tale attività ha consentito inoltre, di sottoporre a sequestro un immobile, rapporti bancari e  denaro contante per un importo complessivo pari a  287.142 euro.