Caivano: 16enne muore dopo il ricovero in tre ospedali diversi, aperta inchiesta

Miriana Caivano morte in ospedale

Si tinge di giallo la morte della giovane Miriana, la 16enne originaria di Caivano che il 5 settembre ha perso la vita dopo un lungo calvario tra ospedali. La ragazzina la notte del 26 agosto scorso, ha avvertito dei forti dolori allo stomaco e all'indomani è stata trasportata al nosocomio di Frattamaggiore, dove i medici le hanno disposto una tac addominale, che ha rilevato la presenza di una preoccupante massa. Sebbene la situazione fosse degna di approfondimenti, la giovane è stata dimessa lo stesso giorno contro il parere degli specialisti. Dopo un fugace ritorno -durato due ore - a Casandrino, comune in cui risiedeva da circa due anni, Miriana ha avvertito di nuovo lancinanti dolori ed è stata trasportata in codice rosso all’ospedale Cardarelli di Napoli.

I medici l'hanno sottoposta, a tal punto, ad un delicato intervento chirurgico durato sette ore, a seguito del quale la 16enne è finita in coma farmacologico. Il ricovero al Cardarelli si è prolungato fino al 3 settembre, poi Miriana è stata trasferita al “Monaldi”, ospedale specializzato nella pratica della circolazione extracorporea. In quest'ultima struttura ospedaliera purtroppo, l'adolescente si è spenta il 5 settembre.

La magistratura ha recentemente avviato un'inchiesta per far luce sulla morte della giovanissima paziente. Questo pomeriggio è stata eseguita l'autopsia sulla salma che stabilirà le cause del decesso.