Morte Paolo Letizia: condannati all'ergastolo Schiavone e Bidognetti

Paolo Letizia Francesco Schiavone Francesco Bidognetti

Ieri sera, poco prima della mezzanotte, a distanza di quasi 30 anni dall'omicidio di Paolo Marco Letizia, è stato  comunicato il verdetto definitivo dei giudici della Cassazione per i mandanti dell'uccisione del giovane, il cui cadavere non è mai stato ritrovato. Confermata la condanna all'ergastolo per i boss Francesco «Sandokan» Schiavone e Francesco Bidognetti. Secondo i giudici furono i due capi clan ad ordinare la morte di Letizia, ammazzato dai killer del clan e sepolto in un luogo mai scoperto, nel periodo successivo alla scomparsa in Brasile di Antonio Bardellino. Il difensore della famiglia di Paolo Letizia, Alessandro Motta, ha incassato l'atteso risultato, chiedendo in corte di Cassazione la conferma della sentenza per i boss del clan dei casalesi, emessa sia in primo che in secondo grado. 

Confermata anche la pena a 30 anni per Francesco Schiavone alias "Cicciariello", poiché la sua versione di essere arrivato ad omicidio già concluso e di non aver avuto nessun ruolo, secondo i giudici della Suprema Corte non è credibile.

Ad avvalorare la tesi dell'attiva partecipazione al delitto, vi sono anche le rivelazioni del collaboratore di giustizia Francesco Della Corte, che riferì: “Seppi che Paolo era stato torturato nel tentativo di fargli confessare il suo legame con i bardelliniani. Dopo averlo ammazzato – aggiunge  il pentito – Cicciariello gli passò sopra con il trattore”.

La sentenza ha stabilito così che Letizia fu castigato dal nuovo gruppo criminale costituito da  Schiavone e Bidognetti, perché ritenuto autore di  rapine eseguite nella zona e amico di Antonio Salzillo nipote del boss Bardellino. 

Il fratello di Paolo, Amedeo Letizia, attore e produttore cinematografico, sulla terribile storia ha anche scritto un libro intitolato “Nato a Casal di Principe, una storia in sospeso”. Dopo ben 25  anni, la verità sulla misteriosa scomparsa di quel giovane che amava la bella vita è finalmente arrivata.