Romeo Normanna- Sama Portomaggiore 2-3

romeo normanna

ROMEO NORMANNA AVERSA – Corti, Bonetti, Illuzzi, Vetrano, Mandolini, Testagrossa, Nero (L); Di Vincenzo, Conte, Gaetano, Krumins, Lentola, Berardi, D’Auge (L). Vice All. Antimo Del Prete, Vittorio Mastrangelo.
SAMA PORTOMAGGIORE – Marzola, Pellegrino, Pinali, Porcellini, Porcello, Spiga, Ferraro (L); Beneventi, Bergantino, Felloni, Magnani, Murano, Spitilli. All. Guillermo Taborda, Vice All. Matteo Lunati.
Primo arbitro Christian Battisti di Latina, secondo arbitro Giorgia Adamo di Roma.


Sarà gara 3 a decidere chi, fra Romeo Normanna Aversa e Sama Portomaggiore, disputerà la finale play-off per la serie A2. Al Palajacazzi i gialloblu non riescono a replicare l’ottima prova di mercoledì scorso in Emilia. In una partita vietata ai deboli di cuore, per le emozioni e i numerosi capovolgimenti di fronte, Bonetti e compagni cedono al tie-break. «Questi sono i play-off, - ammette lo schiacciatore normanno – non c’è nulla di certo. Non a caso i nostri avversari hanno vinto la Coppa Italia di serie B e il loro girone con 70 punti. È vero, abbiamo commesso un po’ troppi errori in battuta, ma non dobbiamo mollare ora sul più bello. A Portomaggiore abbiamo la possibilità di vincere perché lo abbiamo già fatto, e alla grande».


PRIMO SET – Il lungo inizio equilibrato è rotto da due muri consecutivi di Gavino Vetrano, che portano la Romeo Nomanna sul 9-7. Al decimo punto dei gialloblu c’è il primo time-out della partita, chiamato dagli emiliani. I padroni di casa sembrano controllare la gara, ma la Sama Portomaggiore accorcia le distanze sino a ritrovarsi ad una lunghezza di distanza. La panchina gialloblu chiama la sospensione del gioco. C’è qualche errore di troppo in ricezione per la Romeo Normanna. Gli ospiti impattano sul 18-18. Si ritorna a giocare punto a punto. Affiora il nervosismo fra i gialloblu per alcune ‘doppie’ non chiamate dalla terna arbitrale. La Sama Portomaggiore approfitta del momento di appannamento dei padroni di casa e ottiene due set-ball. Al secondo tentativo chiude il parziale sul 23-25.
SECONDO SET – 7-5 per la Romeo Normanna, dopo un avvio in perfetto equilibrio. I gialloblu subiscono ancora il ritorno degli ospiti (9-9) e il match non si schioda dal punto a punto. Gli errori in battuta della Romeo Normanna tengono in piedi le speranze degli ospiti. Il primo tempo di Gavino Vetrano è di poco fuori, la Sama Portomaggiore va sul +2 (15-17) e gli aversani chiamano time-out. I punti in più per gli ospiti passano a tre, dopo una ricezione difettosa della Romeo Normanna. A riportare il punteggio in parità c’è il muro vincente di Luca Testagrossa (19-19). I normanni provano a fuggire via grazie al pallonetto di Manuele Mandolini, ma l’allungo è vanificato da due ottimi servizi di Pinali (21-21). Quando al servizio va Bobo Corti, i gialloblu ottengono tre set-bal. Lunga la battuta degli emiliani e la Romeo Normanna fa suo il secondo set per 25-22.
TERZO SET – Subito break della Romeo Normanna, con la battuta vincente di Manuele Mandolini (3-1). Allungo si fa più consistente quando Gavino Vetrano alza il muro del 6-2. A fare la differenza sono le battute flottanti di Luca Testagrossa. La ricezione degli ospiti è in difficoltà, ne approfittano Bonetti e Mandolini che non si fanno pregare quando sono chiamati in causa da Daniele illuzzi (8-2). Il palleggiatore cede il posto a capitan Gaetano, che va subito al servizio. Sembra che la Romeo Normanna abbia preso le giuste misure agli avversari, ma gli emiliani si riportano sotto. I sei punti di svantaggio sono recuperati con il servizio vincente del solito Pinali (11-11). Rientra in regia Illuzzi. Si ritorna a viaggiare in perfetto equilibrio. Ci pensa il mani-fori di Bonetti a riconsegnare ai gialloblu due punti di vantaggio (16-14). La Romeo Normanna tenta ancora una volta la fuga, +4 dopo la sassata di Lorenzo Bonetti (19-15). Portomaggiore non molla e pareggia sul 20-20. Torna la paura in casa gialloblu. Corti e Mandolini sbagliano i rispettivi servizi. Per fortuna, Portomaggiore non è da meno. Si va ai vantaggi. Portomaggiore mette in cassaforte il terzo set con il punteggio di 25-27, mentre i gialloblu protestano rivendicando quattro tocchi in campo emiliano nell’ultimo scambio.
QUARTO SET – Break iniziale della Sama Portomaggiore che si porta sul 3-5. I gialloblu continuano ad avere problemi al servizio, ne sbagliano due di fila. C’è il pronto recupero della Romeo Normanna, che agguanta gli avversari sul 6 pari. Anche nel quarto set il match non si schioda dal punto a punto. In un paio di occasioni i gialloblu provano a staccare gli ospiti, ma vengono puntualmente raggiunti. Quando è Portomaggiore ad andare sul 21-23, la Romeo Normanna ha un sussulto d’orgoglio e porta il set ai vantaggi. Quarto set tassativamente vietato ai malati di cuore. Lo vince, dopo una lunga sequenza di sorpassi e controsorpassi, la Romeo Normanna per 34-32. Si va al tie-break.
QUINTO SET – Partenza shock per i padroni di casa, che condiziona fortemente il tie-break. Parziale di 0-4 per la Sama Portomaggiore. La panchina gialloblu cerca di mettere un argine all’avanzata degli emiliani. Subito time-out. Il -4 rimane anche al cambio campo (4-8). La Romeo Normanna si porta a -2, ma l’ennesimo errore in battuta ridà carica agli ospiti che ottengono cinque match-ball. Portomaggiore chiude la partita sul 9-15 e pareggia il conto delle vittorie.

Per la finale si deciderà tutto mercoledì 30 maggio in Emilia Romagna.