«Nuova gerarchia Casalese»: a gestire il clan la moglie del boss in galera

arresto donna

Franca Cotugno, 48 anni, è stata arrestata dai carabinieri a San Vittore del Lazio su ordine del Gip del Tribunale di Napoli, nell'ambito di un'indagine della DDA partenopea. Secondo gli inquirenti, la donna avrebbe assunto il comando del gruppo camorristico dopo l'arresto del marito boss, pagando anche la retta ai carcerati.

La 48enne, accusata di associazione a delinquere di stampo mafioso, è la consorte di Massimo Perrone, 42 anni, arrestato nel giugno 2017 poiché ritenuto uno dei capi della cosiddetta «Nuova gerarchia Casalese», gruppo di camorristi legati alla fazione di Francesco Bidognetti.

Una costola, quella dei neo-bidogniettiani, mai staccatisi dalla cosca di origine, e facente capo a Michele Bidognetti, fratello del capoclan. Tra gli affiliati ci sarebbero numerosi giovani desiderosi di fare carriera nella criminalità organizzata.

Franca Cotugno, ritenuta dagli inquirenti una tipica donna di camorra, avrebbe preso le redini in mano subito dopo l'arresto del coniuge, gestendo anche le casse del gruppo malavitoso.

I carabinieri di Aversa durante le perquisizioni, non hanno trovato soldi o libri contabili, ma nonostante ciò ipotizzano che la 48enne avrebbe a disposizione cifre considerevoli, poiché è emerso che ogni mese assegnava somme che variavano dai 600 ai 1.000 euro ai familiari dei carcerati camorristi, che la andavano a far visita nella sua casa di Giugliano.

I pagamenti sarebbero stati effettuati - secondo degli inquirenti - sia per continuare a mantenere in piedi il clan, sia per garantirsi il «silenzio» degli affiliati, allontanandoli così dal pentimento e dalla collaborazione con la giustizia.

Ad avvalorare queste tesi ci sarebbero una serie di intercettazioni in carcere, tra la donna ed il marito boss, durante le quali la 48enne avrebbe spiegato al coniuge i pagamenti da compiere.

Per la Direzione distrettuale antimafia, la «Nuova gerarchia Casalese», sarebbe attiva nei comuni di Giugliano, Sant'Antimo, Parete, Casal di Principe e Mondragone, con interessi anche a Minturno.

Servizio fotografico sui binari, nei guai sposi e fotografi VIDEO