Giugliano: estorsioni a società di autonoleggio, arrestati in sei

blitz carabinieri

I carabinieri di Giugliano, coordinati dalla DDA di Napoli, hanno arrestato 6 persone - ritenute appartenenti al clan dei "Verde"  di Sant’Antimo  - accusate di estorsione compiute ai danni di una società di noleggio veicoli.

Secondo gli inquirenti i sei fermati avrebbero ottenuto gratuitamente, minacciando di morte, automobili da usare nel corso di azioni criminali o per gli spostamenti del latitante Filippo Ronga, catturato il 12 gennaio a Formia e ferito dai carabinieri, perché aveva puntato una pistola contro uno dei militari che lo stavano catturando.

I 6 presunti affiliati al clan Verde, ritenuto alleato con la famiglia camorristica dei "Ranucci", sono accusati di estorsione e di detenzione e di porto illegale di armi e ricettazione, reati aggravati dal metodo e da finalità mafiose. Il provvedimento è stato emesso per mettere fine alle attività criminali del clan tra Sant'Antimo, Grumo Nevano e Casandrino. Gli indagati - secondo gli investigatori - facevano uso di armi anche in strada, incuranti del pericolo di colpire innocenti.

Esorcismi e violenze sessuali, l'indagine estesa anche ad altri preti VIDEO

Sparita a 15 anni con un uomo pakistano, Rosa ritorna a casa e racconta la sua storia VIDEO

Sandra Milo: 'Gli uomini mi picchiavano, non denunciavo perché avevo vergogna' VIDEO

Infermiera conquista pazienti e colleghi per derubarli, gli amanti drogati VIDEO