Estorsione su lavori e slot machine, arrestato 34enne affiliato al clan dei Casalesi

carcere

I carabinieri di Casal di Principe hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa su richiesta della DDA di Napoli, nei confronti di un 34enne considerato affiliato  al clan dei Casalesi fazione, Schiavone-Venosa. L'uomo è già detenuto nel penitenziario di Nuoro.

L'arresto rientra nell'ambito di un'indagine che a febbraio dello scorso anno ha portato all'applicazione di 45 provvedimenti restrittivi. Nell'ambito della ​stessa attività investigativa sono stati ​denunciati in stato di libertà anche altre due persone considerate vicine al gruppo camorristico. ​Secondo gli inquirenti sarebbero state compiute due estorsioni aggravata dal metodo mafioso, la prima nei confronti di un imprenditore edile di San Cipriano d'Aversa, a cui tra fine 2014 e inizio 2015 sarebbe stata richiesta una somma tra i 1.500 e i 2.000 euro per poter proseguire i lavori di costruzione di un edificio residenziale in Via Acquaro, la seconda nei confronti di un installatore di slot machine obbligato a pagare mille euro tra marzo e aprile 2015, per poter installare le proprie apparecchiature negli esercizi commerciali situati nel territorio controllato dal gruppo malavitoso.

Prete accusato di violenze sessuali: è parente del boss, setta gestita come clan VIDEO

J-Ax: 'Inammissibile la morte di Michele Ruffino. Pure io vittima dei bulli' VIDEO

Infermiera conquista pazienti e colleghi per derubarli, gli amanti drogati VIDEO