Romeo Normanna Aversa - Tya Marigliano 3-0

romeo normanna

ROMEO NORMANNA AVERSA ACADEMY – Berardi, Corti, Bonetti, Illuzzi, Testagrossa, Mandolini, Nero (L); Krumins, Di Vincenzo, Conte, Gaetano, Vetrano, Lentola, D’Auge (L). All. Mario Scappaticcio, Vice All. Antimo Del Prete.


TYA MARIGLIANO – Di Giorgio, Calabrese, Rumiano, Picariello, Di Santi, Pecoraro, Crispo (L); Guardabascio, Arzeo, Colace, Scariati, Pirozzi, Lombardi (L). All. Luigi Bracciano.


Primo arbitro Francesca Mariani, secondo arbitro Valeria Montauti.


Pronto riscatto della Romeo Normanna Aversa, che dimentica la sconfitta al tie-break contro Potenza e batte per 3-0 la Tya Marigliano. Una derby sempre sotto controllo dei gialloblu, anche nei primi due set, inizialmente equilibrati. Il terzo periodo è stato un monologo dei padroni di casa, che non hanno dato scampo alla squadra ospite sin dalla prima battuta. Una vittoria che fa morale e consente agli aversani di non perdere il contatto dal secondo posto, l’ultimo utile per i play-off. «I ragazzi si sono espressi bene, – afferma nel dopo gara il team manager Giuseppe Nerone – vincendo i primi due set, giocati punto a punto con Marigliano, e dominando il terzo. Noi ci crediamo ancora nei play-off, per tale ragione questa vittoria è importante. Le partite che rimangono sino alla fine della stagione regolare saranno tutte delle finali, in cui non dobbiamo sbagliare nulla. A partire dalla prossima contro il Taranto».
PRIMO SET – Inizio equilibrato, rotto da un errore in ricezione dei gialloblu (4-6). Sul +4 per Marigliano, coach Scappaticcio chiama il primo time-out. La strigliata ha il suo effetto. La Romeo Normanna pareggia i conti (9-9). Questa volta ad ottenere il mini-break sono i padroni di casa (12-10), ma gli ospiti non permettono la fuga e pareggiano subito. Ancora un’altra fase di equilibrio fra le due squadre, che termina con il muro di Testagrossa (16-14). Ma è ancora un fuoco di paglia per il roster aversano. Il diagonale di Bonetti riporta a +2 i gialloblu (19-17), che toccano quota 20 con il servizio vincente di Mandolini. L’allungo, questa volta, è quello buono. Il muro vincente di Lorenzo Bonetti porta la Romeo Normanna ad ottenere quattro set-ball di vantaggio. È Manuele Mandolini a spegnere le speranze di recupero dei vesuviani, con la schiacciata che permette ai padroni di casa di vincere il primo set per 25-22.


SECONDO SET – Ancora un avvio punto a punto, sino al cinque pari. Un errore in ricezione degli ospiti permette alla Romeo Normanna di portarsi sul 7-5. I gialloblu non riescono a scrollarsi da dosso gli ospiti, che rimangono inchiodati al -2. L’errore in schiacciata di Di Santi consente agli aversani di portarsi sul 13-9. Coach Bracciano chiama il time-out, cosa cha fa subito dopo anche l’allenatore gialloblu (15-13). Corti e lo stesso Mandolini mettono puntualmente a terra la palla, ma Marigliano ottiene il punto del pari grazie al servizio vincente di Di Santi (18-18). Il match riprende il filo dell’equilibrio, ma Lorenzo Bonetti dimostra di avere la mano calda quando schiaccia per il 22-20. Sempre il numero 13 mette a terra un lungolinea, dopo il quale gli ospiti chiamano il time-out (23-20). Il servizio errato di Calabrese consente alla Romeo Normanna di procurarsi tre set-ball (24-21). Il bis arriva grazie alla potente schiacciata di Bobo Corti. Anche il secondo set termina 25-22.


TERZO SET – Partenza a razzo della Romeo Normanna, subito sul 3-0. Berardi si esalta a muro. Il secondo consecutivo porta i gialloblu in vantaggio per 6-1. Coach Bracciano cerca di correre ai ripari, chiama la squadra nei pressi della panchina. I padroni di casa mantengono un vantaggio rassicurante, costruito sulle schiacciate di Bonetti e il muro di Testagrossa (11-3). Marigliano prova il recupero, ma ormai la Romeo Normanna è nel pieno controllo della partita (14-6). Manuel Mandolini torna devastante al servizio, mentre Lorenzo Bonetti non sbaglia un colpo da posto quattro (19-8). Errore in battuta degli ospiti, gialloblu sul 24-12. La Tya Marigliano non accenna neanche alla replica. Difesa ospite in difficoltà e partita chiusa sul 25-12.