Sant'Arpino: ucciso mentre circolava in bici, è caccia al pirata della strada

soccorso ambulanza 118

Gaetano Moschetti, 71 anni, di Succivo, è morto dopo una lunga agonia, a seguito di un incidente stradale avvenuto lo scorso 8 marzo sulla Circumvallazione, all’altezza di via Giovanni Paolo II. L'uomo, travolto da un conducente che non si è fermato a prestargli soccorso - mentre passeggiava con la sua bici -  ha perso la vita, poiché il suo corpo non ha resistito alle ferite riportare.

Moschetti è stato trasportato dapprima al pronto soccorso del nosocomio normanno e da qui, a causa delle gravissime condizioni, i sanitari ne hanno disposto il trasferimento al Cardarelli. Nel corso della notte tra l’8 e il 9 marzo, il pensionato è stato operato d’urgenza nel tentativo di bloccare un’emorragia. Sforzi risultati purtroppo vani. Il ciclista è morto la notte tra venerdì e sabato ed ora i familiari lanciano un appello affinché chi sa, parli.

Ancora da definire l'esatta dinamica dell'incidente mortale. Da quanto è emerso, ci sarebbe per il momento un unico testimone che sentito un boato si sarebbe immediatamente fiondato sul luogo dell'impatto.

I carabinieri di Marcianise che, in collaborazione con i militari della locale stazione, conducono le indagini, escludono possa essersi trattato di una banale caduta in una buca stradale. Le ferite riportate dalla vittima non sarebbero compatibili con una semplice caduta, anche se sarà l’esame autoptico, disposto dai competenti magistrati della procura della repubblica presso il tribunale di Napoli Nord, che si terrà nei prossimi giorni presso l’istituto di medicina legale del policlinico di Napoli, a chiarire le cause del decesso.

Gaetano Moschetti, lascia la moglie e due figli maschi. Nel comune dell'Atellano intanto, è caccia al pirata della strada che ha travolto ed ucciso il 71enne.

Scoperta grazie ai topi, un'importante cura

Mamma di due figli rovinata da un video hot diffuso sul web, tenta il suicidio VIDEO

Chiesa a luci rosse: per il pm il prete costringeva al sesso orale VIDEO

Convinti di avere una figlia indemoniata, genitori rischiano la patria potestà VIDEO