Rapina alle Poste, bandito di Villa Literno incastrato grazie al tatuaggio

ladri telecamereUn 29enne Villa Literno  è stato incastrato grazie all'impronta lasciata sulla cassaforte, durante una rapina compiuta all'ufficio postale di Grazzanise il 28 aprile dello scorso anno.

Il giovane è stato inchiodato anche grazie al tatuaggio presente sul polpaccio destro, ripreso dalle telecamere di video sorveglianza presenti negli uffici postali.  L'impronta, una volta raccolta, è stata subita individuata dopo l'inserimento nella banca dati nazionale. Il 29enne era già presente negli archivi, poiché arrestato e richiuso dal luglio scorso nel penitenziario di Avellino per un'altro reato.

Questa mattina i carabinieri di Santa Maria Capua Vetere hanno notificato un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per la rapina di Grazzanise, durante la quale furono sottratti oltre 50mila euro dall'ufficio postale.

Secondo le ricostruzioni degli investigatori il 29enne, il 28 aprile scorso, con il volto coperto ed in possesso di un'arma da fuoco, avrebbe agito con altri complici non ancora identificati. I malviventi fecero irruzione nella posta minacciando il direttore con la pistola e costringendolo ad aprire la cassaforte e lo sportello bancomat.

Ragazzino denuncia la mamma che lo importuna su facebook

Arriva da Napoli un'invenzione che sta conquistando tutti

Accusata di aver ucciso l'amica con il fidanzato. Esce dal carcere ed approda in tv

Diventa amico del padrone di casa e poi lo colpisce a martellate