La diocesi celebra la Giornata del Migrante e del Rifugiato

MigrantiAccogliere, proteggere, promuovere e integrare.

Sono i quattro verbi-azione indicati da Papa Francesco nel suo Messaggio per la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato: una giornata che anche la diocesi di Aversa celebrerà domenica 14 gennaio 2018 presso la Parrocchia San Luca Evangelista in Varcaturo.

Quattro verbi, dunque, attraverso i quali “il Santo Padre ha voluto mettere al centro soprattutto la dignità della persona”, suggerisce don Evaristo Rutino, direttore dell’Ufficio per la Pastorale dei Migranti.

L’accoglienza, dunque, come punto di partenza, significa offrire a chi arriva da lontano, fuggendo da situazioni di sofferenza, un contesto di sicurezza. Dopodiché, migranti e rifugiati vanno “protetti”, “garantendo loro programmi di inserimento ed evitando che finiscano nelle maglie dell’illegalità e dello sfruttamento”. Il terzo verbo indicato dal Santo Padre mira a “promuovere” lo sviluppo umano di migranti e rifugiati - dal benessere del contesto familiare all’accesso ad opportunità e diritti - per poi giungere ad “integrarli” pienamente nel nostro tessuto sociale ed economico.

“Dobbiamo prendere atto che non si può più parlare di emergenza - aggiunge don Evaristo – e che le migrazioni costituiscono una realtà strutturale: bisogna impegnarsi per costruire una società aperta. Questo è lo spirito che animerà l'appuntamento di domenica organizzato con il prezioso supporto della Caritas Diocesana: per questo rivolgo un sentito ringraziamento al direttore don Carmine Schiavone”.

La giornata in programma alla Parrocchia San Luca Evangelista di Varcaturo - ma  anche le altre parrocchie del territorio dedicheranno un’attenzione al tema - si aprirà alle 9:30 con l’accoglienza; alle 10:00 sarà il momento della concelebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Mons. Angelo Spinillo; alle 12:00,spazio alla riflessione e alle testimonianze; conclusione alle ore 13:00 con il pranzo multiculturale e l’animazione con musiche dal mondo.

Ladro rapina e accoltella la vittima

Maniaco adesca bambine su facebook, individuato e arrestato

Napoletani che commuovono. Una storia di solidarietà senza eguali

Ragazzino denuncia la mamma per aver pubblicato le sue foto su facebook