San Marcellino: badanti scomparsi nel nulla. I parenti: “Aiutateci. Non chiudete il caso”

Alessandro Sabatino Luigi Cerreto scomparsiIl programma di Rai3 "Chi l'ha Visto?" è tornato a parlare della misteriosa scomparsa di Alessandro Sabatino, 40 anni e Luigi Cerreto, 23 anni, originari rispettivamente di San Marcellino e di San Marco Evangelista, scomparsi dal maggio 2014.

I due erano partiti dai comuni di residenza per motivi di lavoro.  Avevano infatti, risposto ad un annuncio a Siracusa, di Giampiero Riccioli il quale cercava badanti per accudire, in una villetta situata in contrada Tivoli, il padre ottantenne.

Durante la scorsa puntata del programma investigativo della Rai, dopo aver ricostruito l'intera vicenda, i genitori dei due uomini hanno chiesto alla Procura di Siracusa - che lo scorso 22 novembre ha chiesto al Gip l’archiviazione - di continuare ad aiutarli e di non chiudere il caso.

Alessandro e Luigi, scomparvero due giorni dopo che erano stati segnalati presunti maltrattamenti e incurie verso l’anziano. La denuncia di scomparsa venne presentata dai familiari dei due alla questura di Caserta. La Squadra mobile della Polizia che conduceva le indagini ipotizzò che i badanti fossero morti, anche se i corpi non sono mai stati trovati. Nell’agosto 2016, i vigili del fuoco sommozzatori del comando di Catania ispezionarono alcuni pozzi artesiani di contrada Tivoli, limitrofi alla villetta dove vivevano gli scomparsi. L’esito fu negativo. Alcuni mesi prima era stata anche scavata la piscina della villetta, ma non fu trovato nessun corpo, ne tantomeno traccia dei due. Al momento l’unico indagato resta Giampiero Riccioli, imprenditore 47enne.

Ammazzavano pazienti sull'ambulanza per vendere i cadaveri alle ditte funebri

Sesso con Maradona, tutti i dettagli hot raccontati dalla showgirl

Il pentito racconta come volevano uccidere il sindaco

Rosa scomparsa a 15 anni, arrivano un video e una telefonata preoccupanti VIDEO

Amanda Knox dopo la morte di Meredith Kercher conduce programma tv. Piovono critiche

Novità Facebook: ora si possono 'zittire' gli amici rompiscatole