Pagina Sport

Un altro scontro al vertice per Genesis mobile atellana, al Palalettieri c’e’ Teramo.

Ritorna al Palalettieri la Genesis Mobile Atellana Handball, dopo due trasferte consecutiv...
Un altro scontro al vertice per Genesis mobile atellana, al Palalettieri c’e’ Teramo.

Primo evento ‘sport fair-play e legalita’ con Luigi Leonardi testimonial all’istituto ‘Parente’

Primo appuntamento con Luigi Leonardi e l’evento ‘Sport, fair-play e legalità’, organizzat...
Primo evento ‘sport fair-play e legalita’ con Luigi Leonardi testimonial all’istituto ‘Parente’

Romeo Normanna - Erredi Assicurazioni Taranto 3-0

romeo normanna

ROMEO NORMANNA AVERSA ACADEMY – Mandolini 14, Corti 14, Krumins 7, Bonetti 6, Vetrano 6, Pappalardo2, Berardi, Conte, D’Auge (L), Nero (L); ne Di Vincenzo, Gaetano, Lentola. All. Mario Scappaticcio, Vice All. Antimo Del Prete.


ERREDI ASSICURAZIONI TARANTO – Abbondanza 9, Flemma 9, Civita 8, Russo 8, Gasbarro 4, Mingolla 2, Piscitelli 1, Angionlino, Mancini (L); ne Petronella, Incampo. All. Vincenzo Bisignano.


Primo arbitro Luigi Esposito di Napoli; secondo arbitro Francesco Esposito di Napoli.


Vince con un netto 3-0 la Romeo Normanna Aversa Academy contro la Essedi Assicurazioni Taranto, ma soffre nel primo e nel terzo set. I gialloblu mostrano il meglio del loro gioco solo nel secondo parziale, mentre negli altri due sono stati spesso costretti a rincorrere i pugliesi. Un approccio mentale alla partita che non è piaciuto a coach Scappaticcio, dovuto forse a un rilassamento dopo l’ottimo exploit di Marigliano o, come afferma il giovane centrale Matteo Pappalardo «ad un’iniziale sottovalutazione dell’avversario che ci ha condizionato per quasi tutta la gara. Per fortuna, nei fondamentali del servizio e del muro abbiamo retto bene e ciò ci ha permesso di vincere in tre set». Fatto sta che la Romeo Normanna conquista altri tre punti fondamentali per rimanere in piena zona play-off. Il prossimo impegno, domenica 10 dicembre, è in casa del fanalino di coda Olimpia Galatina, dove non bisogna ripetere gli errori di leggerezza commessi con il Taranto.


PRIMO SET – Gli ospiti partono bene, grazie ad una serie di precisi servizi che mettono in difficoltà la Romeo Normanna. Sul 4-1 per Taranto coach Scappaticcio chiama subito il time out. I gialloblu si portano a -2, ma mancano l’aggancio. La Erredi allunga sul +4, approfittando ancora delle incertezze in ricezione da parte dei padroni di casa. La Romeo Normanna corregge i suoi errori e aggancia i pugliesi sull’undici pari, grazie ad un servizio vincente di Bonetti. Subito dopo, lo stesso Bonetti è sostituito da Conte, mentre Matteo Pappalardo prende il posto di Berardi. Con Bobo Corti i gialloblu riescono, per la prima volta, a mettere avanti la testa (14-13.) La gara va avanti punto a punto, mentre Lorenzo Bonetti riprende il suo posto. Taranto torna a +3 è coach Scappaticcio richiama tutti nei pressi della panca. La Romeo Normanna pareggia sul 24 pari e ottiene il set-ball grazie al lungolinea di Bobo Corti. Il tocco leggero a rete di Gavino Vetranio permette ai gialloblu di prendere per i capelli un set chiuso sul 26-24.


SECONDO SET – A partire bene, questa volta, è la Romeo Normanna che si porta subito sul +3 (6-3). Taranto, però, non molla la presa e pareggia sull’otto pari. La partita va via sulle ali dell’equilibrio, rotto da un muro vincente di Matteo Pappalardo (13-10). La Romeo Normanna ottiene il suo massimo vantaggio della gara e coach Bisignano chiama il time out (17-11). Le potenti schiacciate di Manuele Mandolini e Bobo Corti permettono ai gialloblu di allungare ulteriormente il passo (21-12). Il set è saldamente in mano ai padroni di casa che si permettono anche finezze sotto rete con Davis Krumins. Gravino Vetrano chiude la porta all’attacco pugliese con uno splendido muro, che consente ai gialloblu di avere ben otto set-ball. Krumins ha la mano calda e chiude il parziale sul 25-16.


TERZO SET – Equilibrio nel terzo set sino al mini-break degli ospiti sul 6-4. Manuele Mandolini riporta i gialloblu in parità con un potente schiaccione in diagonale. Taranto però torna a +3, costringendo coach Scappaticcio a chiamare time out. Peppe D’Auge cede il posto di libero ad Alessandro Nero. Gli ospiti riescono a mantenere il vantaggio sino all’undici pari, ottenuto dal solito Manuele Mandolini. La Romeo Normanna, a sua volta, si porta a +3, ma Taranto torna in avanti di due e l’allenatore normanno striglia tutti durante il secondo time out. La tirata d’orecchie funziona e la Romeo Normanna pareggia i conti (16-16). I pugliesi provano ancora la fuga, ma sono di nuovo raggiunti (20-20). Ancora un doppio vantaggio per i pugliesi, avanti sul 22-20 e puntualmente agguantati dai giallorossi. Sul 23 pari il potente diagonale di Bobo Corti permette alla Romeo Normanna di ottenere il match-ball, non sfruttato per l’errore in battuta di Pappalardo. E’ il potente servizio di Manuele Mandolini a mettere in difficoltà la ricezione di Taranto e permettere alla Romeo Normanna di chiudere set e incontro con il punteggio di 27-25.