Pagina Sport

Un altro scontro al vertice per Genesis mobile atellana, al Palalettieri c’e’ Teramo.

Ritorna al Palalettieri la Genesis Mobile Atellana Handball, dopo due trasferte consecutiv...
Un altro scontro al vertice per Genesis mobile atellana, al Palalettieri c’e’ Teramo.

Primo evento ‘sport fair-play e legalita’ con Luigi Leonardi testimonial all’istituto ‘Parente’

Primo appuntamento con Luigi Leonardi e l’evento ‘Sport, fair-play e legalità’, organizzat...
Primo evento ‘sport fair-play e legalita’ con Luigi Leonardi testimonial all’istituto ‘Parente’

Alp Airri Aversa - Cus Napoli 3-0

volley pallone

L’obiettivo del terzo successo consecutivo è stato raggiunto. Con un perentorio 3-0 l’Alp Airri Aversa supera il Cus Napoli e rafforza la sua posizione nelle zone importanti classifica, con 14 punti. La partita non ha avuto storia. I punteggi dei parziali parlano chiaro, meglio di qualsiasi commento: 25-13, 25-16, 25-16. Le ragazze hanno offerto una prova maiuscola, lasciando pochissimo spazio alle avversarie. Del Vaglio, Connola, Rispoli, Simeonova, Decato, Posillipo, con Petrella libero, è il sestetto di partenza messo in campo da coach Guerra. Tutto il roster ha dato il massimo e si è espresso al meglio. «È stata una buona partita – conferma il coach Raffaele Guerra - siamo riusciti ad aver un ritmo alto, soprattutto in battuta, e le ragazze sono state molto attente a non far giocare la squadra avversaria. Abbiamo messo il Cus Napoli sotto pressione e dato continuità di gioco. Su questo aspetto stiamo migliorando, ma volevamo vincere la partita per dare continuità ai risultati positivi e per preparare al meglio psicologicamente una partita difficile contro Battipaglia. Una squadra che sino ad ora non ha perso un set, e questo la dice lunga sulla difficoltà del match. Andremo lì con la consapevolezza di non avere pressioni e ciò potrebbe essere positivo dal punto di vista del gioco. Lavoreremo in settimana per mettere in difficoltà la capolista». Un’altra prova convincente della squadra che, dunque, domenica prossima dovrà affrontare quello che si potrebbe definire un vero e proprio esame di maturità. L’impegno è fuori casa, contro la capolista Allianceinsay Battipaglia. Una corazzata, per cui ci sarà da soffrire. Ma le aversane avranno dalla loro la tranquillità di chi non ha nulla da perdere, quindi la possibilità di giocare serene e tirare fuori il meglio del loro repertorio, tecnico e agonistico.