Pagina Attualità

Tragedia a San Cipriano d’Aversa: uomo si accascia a terra e muore

Un'altro lutto si è registrato a San Cipriano d’Aversa, dove A. I., un uomo di 58 anni si...
Tragedia a San Cipriano d’Aversa: uomo si accascia a terra e muore

Far west a Giugliano: rapina finisce nel sangue, vittima gambizzata

Oggi una rapina è finita male in via Casacelle, a Giugliano.
Far west a Giugliano: rapina finisce nel sangue, vittima gambizzata

Tiziana Cantone suicida per video hot. Il gip archivia l'inchiesta: “Nessuno l’ha istigata”

Si chiude definitivamente la vicenda della drammatica morte di Tiziana Cantone, la 31enne...
Tiziana Cantone suicida per video hot.  Il gip archivia l'inchiesta: “Nessuno l’ha istigata”

Aversa: incontro delle commissioni mensa. Spiegate le macchie nere nel purè dei bambini

Si è protratto fino alla tarda serata di martedì l’incontro tra l’amministrazione comunale...
Aversa: incontro delle commissioni mensa. Spiegate le macchie nere nel purè dei bambini

La diocesi di Aversa ha celebrato la Prima Giornata dei Poveri

Giornata Poveri 2017 Aversa Locandina

“Un momento propizio per incontrare il Dio che cerchiamo”. Anche la diocesi di Aversa ha vissut6o la Prima Giornata Mondiale dei Poveri di domenica 19 novembre 2017, istituita da Papa Francesco al termine del Giubileo della Misericordia. Quei poveri da accogliere, secondo l’insegnamento delle Scritture, come “ospiti privilegiati alla nostra mensa”, ma anche - ha precisato il Santo Padre - come “dei maestri che ci aiutano a vivere la fede in maniera più coerente”.
La Giornata Mondiale dei Poveri - che viene  celebrata ogni anno nella 33.ma Domenica del Tempo Ordinario - rappresenta il secondo momento centrale dell’Anno Pastorale Diocesano: “Nella realtà della società umana e della Chiesa è importante promuovere la crescita dello spirito di condivisione e reciprocità”. Il Vescovo di Aversa Angelo Spinillo, che ha celebrato la Santa Messa nella Chiesa Cattedrale, osserva che “comunione significa anzitutto fraternità: aiutare un povero non vuol dire dargli qualcosa che si ha in eccesso, ma spezzare il pane con lui. Condividere il cammino della vita con le persone più deboli e fragili, dunque, significa formare la società ad essere sempre alla ricerca della vita secondo la verità del Signore. È la missione a cui ci chiama Papa Francesco: poter essere partecipi della presenza del Signore nella storia del mondo”.
Dopo la Messa un breve corteo ha condotto i fedeli al Centro Caritas Diocesano di S. Agostino, dove c'è stata la condivisione del pranzo con circa 400 ospiti: una partecipazione che si annuncia massiccia ma, afferma il direttore della Caritas diocesana don Carmine Schiavone, “riusciremo a farvi fronte grazie alla fattiva presenza di tutte le associazioni di volontariato coinvolte nell’organizzazione della giornata”.
Nel pomeriggio  il Salone della “Piccola Casa della Divina Provvidenza - Cottolengo” di Trentola Ducenta ha ospitato un momento di confronto e riflessione aperto dalla relazione Mons. Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita, sul tema al centro della Giornata "Non amiamo a parole, ma con i fatti". Rivolto agli operatori di volontariato e delle Caritas parrocchiali, l’incontro vedrà anche la testimonianza dell’ artista di Lampedusa, Francesco Tuccio.
“Mi piace evidenziare come in quest’occasione, forse per la prima volta, tutti i cammini di carità dell’intera diocesi si siano seduti intorno ad un tavolo”, conclude don Carmine; “in questo modo, abbiamo fatto nostro l’invito del Santo Padre e incarnato concretamente i principi di reciprocità e collaborazione”.
Per l'occasione il Vescovo Spinillo ha incontrato virtualmente i fedeli venerdì 17 novembre alle 21:00 sulla pagina Facebook “Chiesa di Aversa”.