Pagina Attualità

Gricignano di Aversa: si risveglia dal coma l'immigrato ferito dall'imprenditore che lo ospitava

Alagie Bobb, il 19enne gambiano ferito dall'imprenditore della struttura in cui era ospite...
Gricignano di Aversa: si risveglia dal coma l'immigrato ferito dall'imprenditore che lo ospitava

Sant'Antimo: attacco dinamitardo, tre negozi saltano in aria

Durante la notte scorsa, tre bombe artigianali sono state poste fuori ad altrettanti eserc...
Sant'Antimo: attacco dinamitardo, tre negozi saltano in aria

Giugliano: muore in ospedale, i familiari denunciano e chiedono giustizia

Un 63enne è morto all'ospedale San Giuliano di Giugliano ed i familiari hanno present...
Giugliano: muore in ospedale, i familiari denunciano e chiedono giustizia

Grumo Nevano: confermato l’arresto del Sindaco

Il tribunale del riesame di Napoli ha confermato gli arresti domiciliari per il primo citt...
Grumo Nevano: confermato l’arresto del Sindaco

Gricignano d’Aversa: spara migrante che lo pestava, arrestato

Carmine Della Gatta Gricignano JPGCarmine Della Gatta, l’imprenditore 43enne di Gricignano d’Aversa che ha sparato all'immigrato gambiano del centro di accoglienza “La Vela” dopo essere stato aggredito, è stato arrestato.

Il giudice per le indagini preliminari Fabrizio Finamore, ha accolto la richiesta del pubblico ministero Rossana Esposito, e ha disposto per Della Gatta gli arresti nel penitenziario di Santa Maria Capua Vetere.

Venerdì scorso l'imprenditore, che è uno dei titolari della cooperativa che forma il consorzio che gestisce alcuni centri di permanenza temporanea in Campania, aveva esploso un colpo di pistola in bocca all'immigrato 19enne. L'uomo avrebbe reagito dopo essere stato aggredito dal giovane e dopo che questi aveva incendiato la sua stanza mettendo in pericolo i 160 stranieri, ospiti della struttura messa a disposizione per accogliere i migranti provenienti da Lampedusa. Della Gatta si è costituito in caserma la notte di sabato confessando quanto era accaduto e il suo legale, Giovanni Cantelli, si è opposto alla richiesta sostenendo che il suo assistito ha agito per legittima difesa, poiché sarebbe stato pestato e colpito dal giovane con una pietra.

Intanto, la prefettura di Caserta ha  avviato la procedura per la risoluzione del contratto con il consorzio di cooperative che gestisce i centri a Gricignano d'Aversa.

Ancora alta la tensione sul posto, i residenti della zona sono fortemente preoccupati per altre possibili rappresaglie.

GRICIGNANO DI AVERSA: INCENDIA STANZA CENTRO ACCOGLIENZA, SPARI CONTRO IMMIGRATO. RISCHIA LA VITA