Assicurazione autocarro: come si può risparmiare?

autocarroSpesso chi deve assicurare un autocarro fa molta fatica a capire quali leggi deve seguire e rispettare, in quanto si crea una particolare confusione nel momento in cui c'è da capire se il proprio mezzo è proprio un autocarro o una semplice vettura. Nella famiglia degli autocarri infatti non rientrano soltanto camion, furgoni o furgoncini e van, ma anche i Suv e i Pick-up, che possono essere immatricolati sia come automobili che, appunto, come autocarri.
 
Le polizze assicurative per gli autocarri sono indubbiamente più economiche rispetto alle assicurazioni per le normali automobili, però al tempo stesso comportano precise limitazioni e, nella maggior parte dei casi, i furbi che più o meno consapevolmente spacciano automobili private per autocarri sono fuori legge e rischiano sanzioni di varia entità. Si può parlare di autocarro solo se il mezzo è utilizzato unicamente per motivi commerciali. Praticamente sono autocarri tutti quei veicoli necessari alla professione del loro proprietario. Le agevolazioni nelle tariffe assicurative di questi mezzi sono state pensate apposta per favorire chi lavora con il proprio veicolo, ma i guidatori non devono e non possono approfittarsi della situazione. Esistono dei piani assicurativi per mezzi con usi promiscui, ma in questi casi il proprietario del mezzo accetta di perdere i diritti che spettano a chi possiede un autocarro.
 
Una volta immatricolato l'autocarro, bisogna decidere con quale compagnia assicurativa sottoscrivere una polizza. Le assicurazioni per autocarri possono avere costi estremamente elevati, tuttavia ottenere condizioni vantaggiose e risparmiare qualcosa non è certo impossibile. Di sicuro internet può dare un grosso aiuto in quanto al giorno d’oggi utilizzare dei siti, chiamati comparatori, che analizzano tutte le offerte delle compagnie assicurative per le polizze online in modo da individuare quella più adatta alle necessità dell’utente. Di esempi di comparatori ce ne sono parecchi, anche molto conosciuti in rete, ma quello che è più adatto per l’autocarro è sicuramente il sito Assicurazioniautocarri.com che è specializzato soltanto in questo settore. 
 
Recentemente la Legge Bersani ha cercato di rendere più trasparenti le politiche in materia di assicurazione dei veicoli, ma il mondo degli autocarri non ha tratto grande giovamento da queste nuove norme, che semplificano più che altro la sottoscrizione e la revoca dei contratti per automobili. Grazie alla Legge Bersani, ad esempio, non è più possibile per le compagnie assicurative sottoscrivere polizze pluriennali e i clienti, passati dodici mesi, possono cambiare compagnia senza dover avvisare nessuno. Un bel vantaggio è invece la possibilità di mantenere la classe di merito nel momento in cui si cambia veicolo. Tutte le polizze per autocarri prevedono però che i guidatori virtuosi possano salire al massimo di una classe all'anno, se non ci sono stati sinistri.
 
Per quanto riguarda la franchigia, ovvero la diminuzione del premio a fronte di una somma da dover rimborsare alla compagnia in caso di incidente, non sempre sottoscriverne una è conveniente. Se non si hanno incidenti da molto tempo e ci si trova in una classe di merito bassa, forse è meglio non abbassare ulteriormente la polizza con una franchigia. Se invece la classe di merito è alta, potrebbe essere meglio tentare di abbassare sensibilmente gli importi da pagare. C'è da ricordare però che quando si parla di autocarri spesso l'assicurazione non valuta i guidatori, ma i veicoli. La maggior parte degli autocarri è guidata da diverse persone e, non potendo tener conto ogni volta del guidatore al volante del mezzo, le polizze fanno riferimento al tempo trascorso dall'ultimo sinistro causato dal veicolo.
 
Se si trasportano merci pericolose, la compagnia potrebbe aumentare il premio in maniera considerevole, quindi bisogna sempre definire la merce trasportata dall'autocarro che si vuole assicurare. Chi possiede più di un autocarro potrebbe trasportare le merci pericolose con un solo mezzo e pagare un'assicurazione più alta solo per quel veicolo. Un discorso a parte va fatto infine per l'assistenza stradale. Alcuni preferiscono farne a meno, ma in caso di guasto le spese di recupero sarebbero elevatissime. Ci sono compagnie che propongono premi particolarmente bassi per la Responsabilità Civile, quindi potrebbe essere più conveniente affidarsi ad esse per risparmiare.