Pagina Attualità

Paura a Giugliano: continuano le rapine in successione

Si è verificata un'altra rapina nel comune di Giugliano, dove questa volta a pagare le spe...
Paura a Giugliano: continuano le rapine in successione

Allerta meteo: disagi a causa delle forti raffiche di vento

La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un avviso di allerta meteo per for...
Allerta meteo: disagi a causa delle forti raffiche di vento

Gioia a Parete: il piccolo Luigi non rischia più la vita

Luigi Pellegrino, il ragazzino di 14 anni colpito alla testa il giorno della vigilia di Na...
Gioia a Parete: il piccolo Luigi non rischia più la vita

Inseguimento tra Aversa e Lusciano: ruba auto di un ragazzo di San Marcellino e scappa

Un 34enne di Castel Volturno è stato arrestato ad Aversa in flagranza di reato per furto a...
Inseguimento tra Aversa e Lusciano: ruba auto di un ragazzo di San Marcellino e scappa

Parte l’Anno Pastorale della Diocesi di Aversa

Angelo Spinillo vescovo

Lunedì 2 ottobre 2017, alle ore 20.00, nella Chiesa Cattedrale di Aversa prenderà ufficialmente il via il nuovo anno pastorale 2017-2018.
La diocesi normanna rinnoverà l’esortazione lanciata lo scorso 30 settembre (coltivare un dialogo “attento, aperto e fecondo” con le generazioni), in virtù del fatto che, come ha annunciato Mons. Angelo Spinillo, “ad ispirare le nostre attività pastorali sarà ancora il versetto del Salmo 145, Una generazione narra all'altra”.
L'anno pastorale alle porte, dunque, dovrà essere “uno sviluppo dell'attenzione all'educarci all'ascolto ed al dialogo con le giovani generazioni che abbiamo già vissuto nell'anno appena passato”, sottolinea il vescovo di Aversa. Ma il biennio di riflessione si proietta anche alla celebrazione del prossimo Sinodo dei Vescovi, che il Santo Padre Francesco ha indetto per il 2018 sul tema "I giovani, la fede, il discernimento vocazionale".
“Ogni nuovo inizio – aggiunge Mons. Spinillo – porta nel nostro cuore di pastori il rinnovarsi di sensibilità e di attenzione alla crescita umana e spirituale, alle fatiche e alle sofferenze dei fratelli e delle sorelle che ogni giorno incontriamo nelle nostre comunità. Ogni nuovo inizio suscita nel nostro cuore di pastori il rifiorire della fiducia e della speranza di poter accompagnare, sostenere, rinnovare la vita ed il cammino nel bene di tutti coloro cui siamo mandati”.