Omicidio Ruggiero, Ciro Guarente sospeso dal servizio

guarente ciro ruggiero vincenzo

Il Ministero della Difesa ha sospeso dal servizio Ciro Guarente reo confesso dell'omicidio dell'attivista gay Vincenzo Ruggiero, assassinato lo scorso 7 luglio dall’ex militare della Marina (poi passato ai ruoli civili). Guarente ha confessato il delitto, ma ha comunque provato a depistare le indagini, facendo credere agli inquirenti che il cadavere della vittima fosse stato gettato in mare, invece lo aveva fatto a pezzi e murato in un fabbricato a Ponticelli. La Procura di Aversa sta cercando di identificare eventuali complici dell’ex militare e stanno sentendo di continuo amici, parenti, conoscenti, familiari di Guarente, della trans Heven Grimaldi (fidanzata di Ciro) e dello stesso Vincenzo, che sarebbe stato ucciso e massacrato per motivi di gelosia.