Appello del Comitato "La Maddalena Che Vorrei"

la maddalena che vorrei

Il comitato "La Maddalena che Vorrei" da tempo è impegnato nella riqualifica e rivalutazione dei diciassette ettari che costituiscono l'area dell'ex manicomio di Aversa, ormai in degrado e abbandono da decenni.

Dopo diverse iniziative ed eventi, dall'ambito socio-culturale a quello ludico, organizzate nell'area della Maddalena negli ultimi

anni, il Comitato “La Maddalena che Vorrei” ha prodotto una "Carta di Intenti" che riassume le proposte concrete sul futuro dell'area, tra cui l'istituzione di un Parco Urbano.

Tale documento, sottoscritto e condiviso da migliaia di persone, è la base di un confronto che, da oltre un anno, si è provato ad avviare con l'Azienda Sanitaria Locale Caserta. Si è atteso mesi, comprendendo i tempi burocratico-organizzativi che un ASL possa avere, continuando a produrre attività, portando vivacità e utilità in quegli spazi di abbandono. Il tentativo di confronto si è arenato nel totale silenzio dell'Ente, nonostante molteplici sollecitazioni e dopo alcuni incontri informali, con funzionari dell'ASL, senza mai la partecipazione del Direttore Generale.

Il Comitato, stanco, deluso e disilluso dall'attesa, ascoltando le continue e svariate richieste della popolazione

CHIEDE

Un’immediata convocazione da parte del Direttore Generale, per l’apertura di un tavolo di discussione sul “Futuro della Maddalena”

 

LA MADDALENA È UNO SPAZIO CHE VA CONSEGNATO ALLA POPOLAZIONE!


Il Comitato, quindi, si rivolge a chiunque, singoli e realtà territoriali, tenga a quello che, nonostante l'abbandono, è il più grande polmone verde dell'agro aversano, e a quella che potrebbe essere l'opportunità per mutare il volto di questa territorio.

NON ASPETTIAMO OLTRE

NON RESTIAMO PASSIVI DINANZI AI SILENZI ISTITUZIONALI

ATTIVIAMOCI PER TENERE ACCESI I RIFLETTORI SULLA MADDALENA.


Si chiede a tutti, sottoscrivendo questo appello, di rendersi protagonisti delle prossime riunioni e iniziative.


NON BASTA FIRMARE È NECESSARIO PARTECIPARE

 

Contattaci

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook: La Maddalena che vorrei