Secondo la Cassazione non esiste nessun metodo Romeo

alfredo romeo

Secondo la Cassazione non esistono sufficienti elementi "sui contenuti operativi e sulle forme" in cui si sarebbe realizzato "il 'metodo' o il 'sistema' Romeo", "cui si fa riferimento per giustificare l'ipotizzata infiltrazione corruttiva nel settore delle pubbliche commesse" dell'imprenditore Alfredo Romeo. Lo scrive la Suprema Corte, accogliendo il ricorso contro la custodia cautelare in carcere dell'imprenditore, accusato di corruzione nell'inchiesta Consip.