Scoperta banda di falsari, capeggiata da un 40enne di Carinaro. Sequestrata stamperia a Frattaminore

soldiQuindici persone sono state indagate per associazione a delinquere finalizzata alla produzione e commercializzazione di banconote contraffatte.

 Le indagini condotte dalla guardia di Finanza di Roma e Napoli, sono state avviate nel 2015. A capo della banda, secondo la Procura ci sarebbe M. T., un 40enne di Carinaro, ora agli arresti domiciliari su disposizione del Gip di Napoli Nord.

Sequestrate anche due stamperie clandestine a Frattaminore e Casalnuovo. In manette sono finite 11 persone colte in flagranza di reato, tra cui  due uomini, uno di Teverola ed un altro di Orta di Atella. Sequestrate banconote contraffatte per 11 milioni di euro.

Il G.l.P. Valentina Giovanniello ha disposto il giudizio immediato per i componenti della banda di falsari sgominata solo qualche mese fa.