Pagina Attualità

Coppia uccisa a Mestre: due video choc nel cellulare del professore. Anastasia sedata e poi filmata

Sono stati rinvenuti due video, nel telefono cellulare di Stefano Perale, i...
Coppia uccisa a Mestre: due video choc nel cellulare del professore. Anastasia sedata e poi filmata

Duplice omicidio di Mestre: migliaia a Sant'Arpino per l’addio a Biagio Buonomo

“Cosi’ come il sacrificio di Gesu’ sulla croce, ci risulta difficile com...
Duplice omicidio di Mestre: migliaia a Sant'Arpino per l’addio a Biagio Buonomo

Trentola Ducenta: uscito dal coma il finanziere ferito gravemente durante un inseguimento

Pasquale Gagliardi, il finanziere 27enne rimasto gravemente ferito il 6 giugno, dopo...
Trentola Ducenta: uscito dal coma il finanziere ferito gravemente durante un inseguimento

Sant’Antimo: “Rosa Di Domenico è stata rapita”. Ricercato Alì Quasib

Si è giunti ad una svolta grazie alla trasmissione "Chi l’ha Visto?", che si...
Sant’Antimo: “Rosa Di Domenico è stata rapita”. Ricercato Alì Quasib

Caso "Jambo": l'ex sindaco di Trentola Ducenta Michele Griffo torna a casa per Pasqua

Michele GriffoL'ex primo cittadino di Trentola Ducenta è tornata a casa per le festività pasquali, grazie ad un permesso che gli è stato concesso. A più di un anno dall'arresto, avvenuto nel dicembre del 2015, dopo una fuga di nove giorni, Michele Griffo è ricomparso nel suo comune dove è stato primo cittadino per più di dieci anni.

Adesso, l'ex primo cittadino di Trentola Ducenta, difeso dagli avvocati Francesco Picca e Roberto Saccomanno,  è sottoposto a una misura di divieto di dimora nella regione Campania, ma le autorità gli hanno concesso un permesso di qualche giorno per tornare a casa dai parenti per Pasqua.
Michele Griffo, è sotto processo con l'accusa di aver agevolato il clan dei Casalesi fazione Zagaria. Le accuse della Dda riguardano, in particolare, l'incremento del centro commerciale Jambo, tutt'ora sotto amministrazione giudiziaria. Secondo l'accusa, gli amministratori e i tecnici comunali appoggiarono l'ampliamento del centro commerciale anche attraverso la realizzazione di uno svincolo della Statale che agevola l'accesso alla struttura. Gli inquirenti ritengono anche che gli espropri che hanno portato al progressivo ampliamento dell'area del shopping center siano stati eseguiti in modo illecito.