Pagina Curiosità

Caterina Balivo racconta ai tanti curiosi perché ha chiamato la figlia Cora

A un mese dalla nascita della sua bimba, Caterina Balivo festeggia la secondogenita con un...
Caterina Balivo racconta ai tanti curiosi perché ha chiamato la figlia Cora

Giugliano: festeggiamenti di San Giuliano Martire, il carro si potrà seguire in tempo reale su internet

Anche quest'anno a Giugliano, in occasione dei festeggiamenti di San Giuliano Martire, dur...
Giugliano: festeggiamenti di San Giuliano Martire, il carro si potrà seguire in tempo reale su internet

Caterina Balivo subito dopo il parto: "Pane amore e fantasia... ma quanto mi è mancato il prosciutto!"

Caterina Balivo dopo aver partorito la sua Cora, avuta dal marito Guido Maria Brera, ha pu...
Caterina Balivo subito dopo il parto:

Giù le mani dallo stadio Ianniello, è un bene di tutti i frattesi

Il calcio è da sempre un elemento importantissimo per la città di Frattamaggiore,&nbs...
Giù le mani dallo stadio Ianniello, è un bene di tutti i frattesi

Le voci bianche che hanno reso omaggio a Verdi

omaggio a verdi da les choristes Le Terre Verdiane Piacentine e quelle Parmensi in questi giorni hanno vissuto un evento musicale davvero unico alla Casa del Giovane Verdi. Importanti brani tratti dalle opere di Verdi ( Nabucco-Traviata e Forza del destino ) sono stati eseguiti da un coro di voci bianche. E' la prima volta in assoluto che Verdi viene interpretato in questo modo così diverso e particolare, mai prima d'ora sperimentato

."Les Choristes" di Pegognaga, diretti dal M° Matteo Cavicchini, hanno reso un omaggio inusuale al grande Giuseppe Verdi. Ed è anche la prima volta che nella casa in cui il Maestro visse da giovane ed ebbe a compiere i suoi primi studi musicali vengono interpretate le sue composizioni. Si è ritornati indietro nel tempo, come quando da quella casa si udivano i primi approcci con la musica di un Verdi giovanissimo che si esercitava giorno e notte con la spinetta, disturbando i gendarmi della casa di fronte.

Lo studioso di cose verdiane Corrado Mingardi ha accompagnato l'evento con notizie e aneddoti relativi alla vita e alle abitudini del Maestro. Era anche l'occasione dell' onomastico del Cigno di Busseto e della sua seconda moglie Giuseppina. L'evento, del tutto gratuito, che ha richiamato nella città di Busseto tantissime persone, compresi bimbi incuriositi dalla performance dei loro coetanei, è stato possibile grazie ad Anna Sichel, proprietaria della storica dimora verdiana che mette a disposizione il suo "tesoro" gratuitamente per finalità culturali.

Orgogliosa per l'ottimo risultato, ha elogiato oltre al Maestro e ai giovanissimi coristi, anche le loro famiglie per i sacrifici grazie ai quali sono giunti ad un risultato davvero unico. Il Maestro Cavicchini con quest'appuntamento ha confermato la sua fama internazionale di direttore di concerti in città italiane ed estere. I brani verdiani proposti per l'occasione al pubblico sono stati da lui trascritti. L' introduzione è stata tenuta da Meri Rizzi, studiosa ed autrice di alcuni libri relativi a Verdi tra i quali " il Giovane Giuseppe Verdi". La ditta Gourme' Ibis spa di Busseto in collaborazione con la Casa del Giovane Verdi ha donato ai giovani ospiti prodotti tipici ed a loro dedicati.