Raimondo Caputo accusa la compagna della morte di Fortuna Loffredo: «L'ha buttata giù, come suo figlio»

Marianna Fabozzi e Raimondo Caputo Chi lha VistoDurante il processo sulla morte della piccola Fortuna Loffredo, la bimba uccisa il 24 giugno 2014 nel Parco Verde di Caivano, Raimondo Caputo, imputato per omicidio volontario e violenza sessuale ai danni della piccola vittima e delle tre figlie della sua compagna, Marianna Fabozzi, ha dichiarato:  «Marianna ha buttato giù Fortuna come ha fatto con suo figlio. L'ha presa e l'ha buttata, con l'unghia l'ha anche graffiata sulla gamba e sotto l'occhio e su questo non sono stati fatti gli esami».

Caputo, che ha chiesto e ottenuto dal presidente della quinta sezione penale del Tribunale di Napoli il permesso di rilasciare dichiarazioni spontanee, ha ribadito le accuse all'ex compagna, aggiungendo quella relativa alla morte del piccolo Antonio Giglio, che morì il 27 aprile 2013, a soli 3 anni, in circostanze analoghe.

La donna, imputata nel processo di Fortuna Loffredo con l'accusa di aver coperto le violenze di Caputo sulle figlie e su Chicca, inizialmente ritenuta innocente per la morte del figlio Antonio, poiché il caso fu in un primo momento considerato un terribile incidente, è ora indagata per omicidio volontario.

Caputo in aula ha ribadito infine, che quando avvenne l'omicidio si trovava con una delle tre figlie dell' ex compagna in strada e non era in casa.

La prossima udienza del processo si terrà l'11 aprile e sarà ascoltata Roberta Bruzzone, la nota criminologa nominata consulente dagli avvocati Angelo e Sergio Pisani, difensori del padre di Fortuna Loffredo. Nell'udienza successiva potrebbe invece svolgersi l'esame degli imputati.

OMICIDIO FORTUNA LOFFREDO: COLPO DI SCENA AL PROCESSO, SUPERTESTIMONE FINISCE SOTTO ACCUSA

MORTE LOFFREDO: IL PADRE DELLA BIMBA NON SI COSTITUISCE PARTE CIVILE CONTRO IL PRESUNTO ASSASSINO DELLA FIGLIA

CASO LOFFREDO: TITÒ ACCUSA L'EX COMPAGNA DELL'OMICIDIO. IL PAPÀ DELLA BIMBA INVECE ACCUSA L'EX DELLA MAMMA

MORTE FORTUNA LOFFREDO, PARLA IL GINECOLOGO: "NON HO MAI VISTO UNO SCEMPIO TALE SU UNA BIMBA"