Attentato Londra: coinvolte cinque persone campane. Il racconto di un giuglianese

Londra Giuseppe SolloDurante l'attentato di ieri compiuto a Londra, in cui sono morte 5 persone e rimaste ferite 40, sono stati coinvolti almeno 5 campani, tra cui un giuglianese. Quest'ultimo, Giuseppe Sollo, 32 anni, lavora a Londra come ricercatore per il Parlamento britannico e ha raccontato quei terrbili momenti.

Il giovane era appena arrivato a lavoro, quando fuori dalla sua finestra ha udito degli spari, e gli agenti della sicurezza lo hanno invitato a nascondersi sotto alla scrivania. Nel frattempo il ragazzo terrorizzato, inviava messagi a casa per raccontare a suo padre cosa stava accadendo. Giuseppe ha raccontato: "È stato orribile, ho visto i poliziotti piangere il loro collega morto. Poi ho pensato a casa mia, che mi manca tantissimo e poi tutto è finito. Madonna che paura. Io queste cose le avevo viste solo nei film."