Smantellata banda di rapinatori, erano tutti residenti nel campo rom di Giugliano

manette 3I carabinieri di Aversa, a seguito di indagini eseguite nell’area compresa tra Giugliano, Qualiano e Castello di Cisterna, coadiuvati dai militari delle rispettive Compagnie Carabinieri, hanno dato esecuzione all’ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Nola – Sezione g.i.p., nei confronti di quattro indagati ritenuti, a vario titolo, responsabili di rapina impropria, violenza e resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione.

I destinatari del provvedimento cautelare, A. C., serbo, 33 anni, H. N., bosniaco, 26 anni, entrambi liberi, H. M., bosniaco, 20 anni, e S. H., 22 anni, (questi ultimi già detenuti presso il carcere di Poggioreale) sono tutti residenti presso il campo nomadi di Giugliano e sono ritenuti responsabili dei fatti commessi il 4 marzo 2016,  quando utilizzando un’autovettura su cui erano state apposte targhe risultate oggetto di furto, avrebbero eseguito una rapina presso un distributore di carburanti ad Acerra e, dopo essere stati intercettati dai militari dell’Arma, al fine di guadagnarsi la fuga, esplosero vari colpi d’arma da fuoco verso i carabinieri. Gli arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di Napoli Poggioreale.